“Serbia: rapporto sull’agricoltura biologica nel 2014”, di Kai Kreuzer. (EN)

06/02/2014
Rassegna stampa

E’ stato pubblicato recentemente un ampio rapporto sulla situazione dell’agricoltura biologica e la commercializzazione di prodotti biologici in Serbia. Il documento è stato compilato congiuntamente da GIZ - Deutsche Gesellschaft für Internationale Zusammenarbeit, Serbia Organica e il Ministero dell’Agricoltura della Serbia.

Il Paese produce frutta, verdura, cereali, miele e semi di soia. Nella relazione sono presenti anche i dati relativi ai trasformatori e alle organizzazioni di controllo del Paese. Inoltre, vengono illustrate le strategie nazionali a favore dell’agricoltura biologica e della biodiversità, come il Piano d’azione nazionale.

Nel settembre del 2013 la superficie dei terreni coltivati secondo il metodo biologico era di circa 7.500 ettari, di cui 3.500 ettari in conversione. Nell’allevamento il rapporto registra 3.500 capi di bestiame, bufali, cavalli, asini, e ben 4.000 piccoli animali (capre, pecore, animali da cortile) e 2.000 colonie di api.

Il Paese dispone di sei organismi di controllo autorizzati: TMS CEE, Sistema di Controllo Biologico, Ecocert Balkan Beograd, Controllo Union Danubio, Suolo e Salute Balcani e Etko Panonija.

“Oneco – Organic News Community”, 4 febbraio 2014, http://oneco.biofach.de/default.ashx

Produzioni:

Economia:

Controlli:

Parole chiave: