L’agroecologia e il biologico per vincere la sfida del 'Green new deal': una proposta di Legambiente

05/11/2019
Rassegna stampa

A Napoli Legambiente ha lanciato l’idea di un Green new deal dell’agricoltura. Libera dalla dipendenza dalla chimica per combattere la crisi climatica e rilanciare l’economia verde. Parla di questa strategia, in un articolo su “ La Nuova Ecologia” online, Angelo Gentili, responsabile agricoltura di Legambiente.

L’idea prevede un nuovo modello di agricoltura che guardi alla riduzione degli impatti climalteranti, alla valorizzazione del biologico e che promuova l’economia circolare dal campo alla tavola, che possa finalmente diventare non solo l’asse portante dell’economia made in Italy, ma un settore strategico anche dal punto di vista ambientale a cominciare dalla crisi climatica: è questa la sfida che Legambiente ha lanciato in occasione del primo forum sull’agroecologia di Napoli e che sta riscuotendo successo e adesioni da parte di numerosi attori del mondo agricolo.

In tale ambito, è interessante sottolineare il fatto che sono molte le sperimentazioni e le buone pratiche che disegnano un nuovo modello agricolo basato sull’agroecologia promosse da Legambiente per proporre, oltre alla riduzione dell’utilizzo della chimica attraverso il ricorso a buone pratiche agronomiche, un impegno concreto per un Green new deal anche in questo settore. Basti pensare alla rete degli ambasciatori del territorio, eccellenze radicate nel territorio di tutta la Penisola che dimostrano con chiarezza che il cambiamento è davvero possibile, ma anche alle ricerche per ridurre la chimica attraverso varietà resistenti alle patologie, a metodi di lotta biologica e all’impegno per ridurre drasticamente gli input negativi. Agricoltori e aziende del settore agroalimentare delle diverse filiere e comparti, dalla coltivazione alla trasformazione e fino alla vendita, sono quindi impegnati per rispondere alle crescenti richieste dei consumatori di acquistare prodotti più sani e utili a fermare la febbre del Pianeta. Dall’utilizzo delle rinnovabili alla lotta agli sprechi idrici ed energetici fino ad arrivare all’innovazione tecnologica delle attrezzature agricole in chiave sostenibile: anche in agricoltura la rivoluzione green è già in atto.

L’articolo completo si può scaricare QUI

Fonte: “La Nuova Ecologia”, articolo di Angelo Gentili