La bioagricoltura, scienza dell’umanesimo. Intervista ad Alessandro Piccolo, di Valentina Gentile

23/06/2020
Rassegna stampa

Su Agricolturabio.info un’interessante intervista al professor Alessandro Piccolo, professore di Chimica agraria ed ecologia presso l’università Federico II di Napoli, studioso e ricercatore, tra i massimi esperti mondiali di scienze del suolo, con un interesse particolare verso l’humus. In febbraio sarebbe dovuto intervenire al convegno dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica per un intervento sulla natura e la bioattività della sostanza organica umificata. La giornalista parla con lui sul bisogno di rivedere il nostro modo di fare agricoltura per andare verso un modello che non deteriori la terra, l’ambiente, il suolo, preservandoli invece per le future generazioni.

Nell’articolo si affronta dunque il tema dell’humus, la sostanza organica naturale, e in particolare dell’humus biodinamico, ma anche delle basi scientifiche della biodinamica, ormai accompagnate da ampia letteratura, del perché dei continui attacchi al settore, delle direzioni che deve ormai prendere l’agricoltura: abbandonare la vecchia tecnologia basata sui pesticidi per andare verso un nuovo approccio, sano e sostenibile. Un’agricoltura che metta al centro gli esseri umani, l’ambiente e la conservazione dell’ecosistema agricolo, che non devono essere degradati, ma mantenuti inalterati per le future generazioni.

Altri argomenti affrontati, la strategia “Farm to fork” e il problema della Xylella.

L’intervista si può scaricare QUI.

Fonte: Agricolturabio.info