La selezione “intelligente”: quando la scienza e il sapere degli agricoltori si incontrano" (EN)

28/11/2014
Rassegna stampa

Il miglioramento genetico delle piante è un elemento chiave per produrre cibo di varietà e qualità migliori. La selezione convenzionale è una pratica utilizzata dall’uomo da centinaia di anni ed è una tecnica che spesso ha richiesto molto tempo e molto lavoro prima di dare i suoi frutti.

La selezione assistita da marcatori – o MAS (Marker Assisted Selection) - è una biotecnologia che utilizza lo stesso approccio della selezione tradizionale. Si tratta di trovare i marcatori genetici correlati alle caratteristiche desiderate nella pianta, come la resistenza a determinate malattie o la capacità di adattarsi al clima, che consentono ai selezionatori di sviluppare piante con questi tratti. L’ultimo rapporto di Greenpeace International Smart breeding: la nuova generazione di piante (redatto dal ricercatore indipendente Benno Voge) esamina per l’appunto la lista - in continuo aumento - dei tratti ottenuti tramite la MAS in una crescente varietà di colture a livello mondiale.

La lista dei tratti sviluppati attraverso la MAS è in aumento e include quelli che possono aiutarci ad affrontare le sfide associate ai cambiamenti climatici, come siccità e tolleranza alle inondazioni. La MAS inoltre ha aiutato lo sviluppo di varietà resistenti a parassiti e malattie e di altre che presentano una maggiore concentrazione di vitamine e micronutrienti (inclusa la pro-vitamina A). Viene utilizzata da agricoltori in Cina, Indiae Indonesia per far fronte a malattie del riso, in Nigeria e Tanzania per fornire alla manioca una buona resistenza al virus del mosaico, in Nord America per la resistenza ai funghi che attaccano il frumento.

In confronto all’ampia gamma di tratti sviluppati attraverso la MAS, le colture OGM sono dominate quasi esclusivamente da due soli tratti: la tolleranza agli erbicidi e la resistenza agli insetti. Inoltre, sollevano preoccupazioni per l'ambiente e per la salute, mentre la MAS rispetta le barriere tra le specie, è più accettata dai consumatori ed è più veloce da introdurre sul mercato. La MAS inoltre non altera il processo di selezione: non è ingegneria genetica.

La MAS può essere indirizzata verso lo sviluppo di qualità che sostengano l'agricoltura ecologica. La MAS è uno strumento moderno e innovativo di selezionamento che può - e dovrebbe - essere orientato a sviluppare varietà che possano agevolare questa transizione, in grado di fornire cibo sano senza danneggiare l’ambiente, soprattutto alla luce dei cambiamenti climatici in corso.

 

Leggi la sintesi del report in italiano

E il rapporto completo in inglese

 

“Greenpeace”, 27 novembre 2014, Janet Cotter – Science Unit di Greenpeace International, http://www.greenpeace.org/italy/it

Produzioni: