Lo sviluppo socio-economico dell’Italia passa anche dai Bio-distretti, di Chiara Brandi

26/01/2021
Rassegna stampa

In questo articolo l’autrice intervista FederBio sul tema dei bio-distretti, una realtà in forte crescita sul territorio italiano, consacrata anche dalla nuova legge sul biologico approvata di recente dalla Commissione Agricoltura del Senato e in attesa di approvazione definitiva alla Camera.

Il bio-distretto è un’area vocata al biologico in cui produttori, cittadini, operatori turistici e pubbliche amministrazioni collaborano insieme per la gestione sostenibile delle risorse: una eccellente sintesi tra sostenibilità ambientale, sociale ed economica, vero e proprio motore per lo sviluppo. Oltre ai numeri dei bio-distretti italiani, ripresi dalla pubblicazione della Rete Rurale Nazionale “Distretti biologici e sviluppo locale. Linee guida per la programmazione 2021-2027”, pubblicato nel 2019 (si può scaricare a questo LINK), l’autrice si pone la domanda su cosa significhi per il territorio ottenere il loro riconoscimento e quali siano i reali vantaggi per i produttori nel loro ambito.

Altre questioni, i cambiamenti per i biodistretti che avranno luogo grazie all’approvazione della sopracitata legge, e l’importanza per il nostro Paese nel sostenerne lo sviluppo.

L’articolo si può leggere QUI

Fonte: Green Planet