Nel Lazio il nuovo Biodistretto “Maremma Etrusca e Monti della Tolfa”

06/03/2020
News

Si è costituito il Comitato promotore che a breve presenterà alla Regione Lazio la candidatura a Biodistretto dei territori di Allumiere, Monte Romano, Tarquinia e Tolfa. Il fine, quello di diffondere la cultura del biologico e i principi dellagro-ecologia e stabilire un modello di sviluppo sostenibile e compatibile con le esigenze dei territori e delle comunità insediate, tenendo conto dei principi fondamentali del bio formulati dall’IFOAM, la Federazione internazionale dei movimenti dell’agricoltura biologica: benessere, ecologia, equità e precauzione. Un cammino, quello che ha coinvolto i quattro Comuni e le loro Università Agrarie, anch’esse firmatarie dell’atto costitutivo il Comitato Promotore, iniziato solo qualche mese fa grazie alla spinta di “Terre della Farnesiana”, Associazione tarquiniese che raggruppa diversi bio-produttori dell’area che insiste sulla Valle del Mignone e che abbraccia i quattro comuni promotori ed alla preziosa collaborazione dell’Associazione IN.N.E.R. – International Network of Eco-Regions – Rete internazionale dei Bio-distretti e dell’Arsial.

Al nuovo Biodistretto aderiscono oltre 50 aziende biologiche del territorio ma anche associazioni, enti ed istituti quali la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Viterbo, la CNA di Viterbo e Civitavecchia, Confcooperative – Unione Territoriale Lazio Nord, la Confederazione Provinciale Italiana Agricoltori di Viterbo, la Condotta Slow Food Costa della Maremma Laziale, l’A.N.A.C.T. ASD – Associazione Nazionale Allevatori del cavallo di razza Tolfetana, l’ISVRA – Istituto Italiano per lo Sviluppo Rurale e L’Agriturismo e per ultimo, ma non certo per rilevanza, l’Istituto di Istruzione Superiore “ Vincenzo Cardarelli “ di Tarquinia, Sezione di Agraria.

Ulteriori informazioni QUI

Fonte: Centumcellae News

Parole chiave: