Spagna: l’agricoltura biologica, un settore strategico

01/09/2020
Rassegna stampa

In una lunga intervista alla rivista BioEco Actual, il Ministro dell’Agricoltura, Pesca e Alimentazione spagnolo Luis Planas Puchades traccia un quadro molto positivo della crescita dell’agricoltura biologica in Spagna, definendola un “settore strategico” per il paese, ormai primo in Europa con quasi 2,4 milioni di ha, cioè con oltre il 9% della SAU. Suo proposito è senz’altro di raggiungere e, se possibile, superare, il 25% della SAU in biologico entro il 2030, così come proposto dalla Commissione europea. Anche in Spagna, ha sostenuto il Ministro, i consumatori sono sempre più consapevoli e scelgono la qualità, il valore nutrizionale e la vicinanza delle produzioni. E il mercato del bio in Spagna è tra i primi dieci nel mondo, avendo raggiunto un valore di 2.178 milioni di euro nel 2018, ed è tuttora in crescita. Anche la Strategia per la Produzione Biologica 2018-2020 ha costituito un volano per la crescita del settore.

La Spagna -ha poi indicato il Ministro- sta mettendo a punto un nuovo Piano Strategico Nazionale, che si vuole presentare entro il primo semestre del 2021, e che prevede tra l’altro di triplicare la superficie olivicola biologica entro il 2030.

L’articolo completo si può leggere QUI

Fonte: BioEco Actual

Economia:

Parole chiave: