Stati Uniti e Giappone espandono le opportunità commerciali per i prodotti biologici, aggiunto il bestiame agli accordi di equivalenza (EN)

22/07/2020
News

Gli Stati Uniti e il Giappone hanno annunciato l'ampliamento del reciproco accordo di equivalenza per il biologico che ora include anche i prodotti animali. L'accordo è entrato in vigore il 16 luglio 2020, riduce i costi e semplifica il processo per chiunque sia coinvolto nella filiera di approvvigionamento del bestiame biologico richiedendo una unica certificazione.

"L'apertura di nuovi mercati per gli agricoltori e gli allevatori biologici americani continua ad essere una priorità per l'USDA", ha dichiarato Greg Ibach , sotto-segretario del Dipartimento di Agricoltura (USDA) per i programmi di marketing e regolamentazione “Il Giappone è già uno dei principali mercati di esportazione per i prodotti biologici statunitensi. Questo accordo offre ulteriori opportunità a tutti i soggetti coinvolti nella filiera di approvvigionamento internazionale del bestiame, dalla azienda alla tavola. "

Il Giappone è un partner internazionale chiave nel settore del mercato biologico, e il nuovo accordo salvaguarda e aumenta l'accesso per gli agricoltori biologici americani e gli allevatori al terzo più grande mercato di esportazione di prodotti bio degli Stati Uniti. Esperti tecnici di USA e Giappone hanno condotto audit approfonditi in loco per garantire che le normative, le misure di controllo della qualità, i requisiti di certificazione e le pratiche di etichettatura siano compatibili. I partner commerciali continueranno a tenere incontri periodici e a rivedere periodicamente i rispettivi programmi, garantendo il rispetto dei termini dell'accordo.

I Japan Agricultural Standards (JAS) richiedono ora che i prodotti biologici di bestiame importati dagli Stati Uniti siano certificati ai sensi dei regolamenti biologici JAS o USDA. Il nuovo accordo che include il bestiame si aggiunge dunque all’accordo del 2014 che ha consentito ai prodotti vegetali di essere certificati secondo gli standard biologici di entrambi i paesi. L'USDA ha stipulato accordi di equivalenza con i principali mercati di esportazione biologici tra cui Canada, Unione Europea, Giappone, Corea del Sud, Svizzera e Taiwan. Queste disposizioni eliminano la necessità di doppie certificazioni, evitando doppi costi, ispezioni e documenti duplicati.

Ulteriori dettagli su questo e altri accordi sul commercio di prodotti biologici sono disponibili sul sito web del programma biologico nazionale dell'USDA su  https://www.ams.usda.gov/organic .

Fonte: USDA

Produzioni: