UNA VITICULTURA PER IL FUTURO: ESPERIENZE E PROPOSTE CONCRETE PER UN'ECONOMIA AGRICOLA SOSTENIBILE. (EN)

14/05/2015
Agenda

Giovedì 14 maggio 2015 a partire dalle ore 9.30 l'Azienda Agricola Vistorta di Sacile (PN) ospiterà il convegno Una viticultura per il futuro. L'incontro è organizzato da AIAB-FVG, Associazione Italiana Agricoltura Biologica del Friuli Venezia Giulia e Azienda Agricola Vistorta con l'intento di formare ed informare gli agricoltori sulle tecniche di coltivazione biologica e favorire lo scambio di conoscenze ed esperienze per crescere nell'impegno verso un'agricoltura sostenibile e responsabile.

Il convegno affronterà il tema dell'agricoltura biologica nei vigneti partendo dalle motivazioni che spingono alla conversione, i problemi che si possono incontrare sul cammino e le possibilità di successo. Si parlerà della biodiversità del terreno e degli effetti sulla gestione delle viti e sulla qualità dell'uva e su uno strumento utile per conoscere il proprio terreno: l'analisi della vanga. Il confronto proseguirà allargando l'attenzione all'intera azienda agricola biologica, fino ad arrivare all'idea di territorio biologico.

Oltre agli interventi tecnici ci sarà spazio per lo scambio di esperienze tra produttori. Interverranno: Elisabetta Foradori dell'Azienda Agricola Foradori, Daniele Piccinin Le Carline, Lorenzo Mocchiutti, Vignai da Duline e BrandinoBrandolini d'Adda, Azienda Agricola Vistorta.

L'invito è rivolto sia a chi ha già abbracciato l'agricoltura biologica sia a quanti, vignaioli e agricoltori, stanno cercando risposte in questa direzione. La partecipazione è gratuita.

Per informazioni e iscrizioni: alessandra@vistorta.it ; telefono 0434 71135.

 

www.vistorta.it

PROGRAMMA:

9.30 Benvenuto ed introduzione

9.40 La viticoltura biologica: le motivazioni, i fattori di successo ed i problemi ancora da affrontare in un settore in piena espansione. Relatore: Enzo Mescalchin, fondazione E. Mach. San Michele all'Adige

10.05 La biodiversità del terreno e gli effetti sulla gestione del vigneto e la qualità dell'uva. Relatore: Anna Benedetti, CRA-RPS Centro di Ricerca per lo Studio delle Relazioni tra Pianta e Suolo, Roma

10.25 Un utile strumento per conoscere il proprio terreno: l'analisi della vanga. Relatore: Luca Conte, agronomo

10.40 Difendere il proprio vigneto senza la chimica: 15 anni di esperienza in Friuli Venezia Giulia. Relatore: Giovanni Bigot, Perleuve, Cormons

11.00 Pausa caffè

11.20 Dall'azienda biologica al territorio biologico, i biodistretti della toscana. Relatore: Ruggero Mazzilli, Stazione sperimentale per la Viticoltura Sostenibile, Panzano in Chianti

11.40 Misurare la biodiversità dell'azienda agricola. Un ulteriore strumento di gestione nato dall'esperienza biologica in Franciacorta. Relatore: Pierluigi Donna, Agronomi SATA, Rovato (PRIMAPRESS)

12.00 Scambio di esperienze e definizione di obiettivi per il futuro tra aziende biologiche, con la partecipazione di Elisabetta Foradori, Az. Agr. Foradori, Daniele Piccinin, Az- Le Carline, Lorenzo Mocchiutti, Az. Vignai de Duline e Brandino Brandolini d'Adda, Az. Vistorta.

12.40 Discussione

13.00 Conclusione

13.30 buffet e brindisi con i prodotti biologici della Vistorta e del territorio.

 

Azienda Agricola Vistorta

Proprietà della famiglia Brandolini fin dal XVIII secolo. Comprende complessivamente 200 ettari, di cui 35 ettari sono coltivati a vigneto. Di questi, 16 ettari sono coltivati a merlot, suddivisi in 15 piccoli appezzamenti diversi tra loro per età e per clone utilizzati per produrre il Vistorta, considerato uno dei grandi vini rossi italiani.

Oltre al vino l'azienda produce farro, grano, mais, soia ed erba medica. È certificata bio dal 2009.

 

Azienda Agricola Vistorta di Sacile (PN)

Produzioni:

Tecniche:

Regioni: