CRA - VIT - Istituto Sperimentale per la Viticoltura

Tipo istituzione: 
C.R.A.

Direttore - Luigi Bavaresco

Viale XXVIII Aprile, 26
31015 - CONEGLIANO

Telefono: 
+39-0438-456711
Fax: 
+39-0438-450773
Curriculum: 

L’Istituto Sperimentale per la Viticoltura svolge attività di ricerca e di sperimentazione nel settore viticolo a livello nazionale tramite le quattro sezioni operative centrali e le sezioni periferiche di Asti, Arezzo e Turi (BA).

In relazione alla specificità delle sezioni, le ricerche attinenti le tematiche sulla tutela delle biodiversità e sull’agricoltura biologica (AB), sulla produzione integrata (PI) ed ecosostenibile trovano collocazione, in via prevalente, nell’ambito delle attività svolte presso le sezioni centrali di Biologia e Difesa e di Ampelografia e Miglioramento Genetico. Alcuni argomenti, aventi attinenza con l’agricoltura biologica, vengono affrontati marginalmente anche presso le altre sezioni dell’Istituto.

Le varie attività su argomenti di salvaguardia della biodiversità e sull’agricoltura biologica non rientrano in unico progetto specifico di ricerca, ma analizzano e studiano vari aspetti che singolarmente afferiscono a differenti progetti e tematiche di ricerca. Da sempre l’Istituto ha considerato come obiettivi primari delle proprie attività scientifiche il raggiungimento della qualità globale delle produzioni vitivinicole, la salvaguardia della biodiversità genetica del genere Vitis, la tutela dell’ambiente, dell’ecosistema, della salute degli operatori.

Le ricerche ordinarie e straordinarie sono state quindi programmate e condotte per il conseguimento di tali obiettivi, affrontando i vari temi ed analizzando i fattori della produzione in maniera singola ed integrata.

Tra le attività più specificatamente attinenti l’AB la PI in viticoltura, vengono segnalati alcuni temi di maggiore rilevanza pratica:
- progetto finalizzato sulla protezione biologica ed integrata;
- progetto finalizzato sulla valorizzazione e protezione delle produzioni naturali e tipiche viticole ed enologiche;
- progetto finalizzato per la salvaguardia delle produzioni da contaminanti micotici;
- progetto sul vigneto biologico del Veneto;
- attività ordinarie e straordinarie con vari Enti locali per il recupero, la caratterizzazione e la salvaguardia del patrimonio viticolo autoctono italiano; - attività ordinarie per la verifica e la validazione degli interventi di difesa fitosanitaria della vite nel rispetto dei disciplinari delle produzioni biologiche ed integrate, con particolare riferimento all’uso del rame e al suo destino nel terreno;
- attività su gestione del suolo, inerbimento e controllo infestanti, gestione dell’acqua e della fertilizzazione;
- studi di ecologia e fisiologia viticola;
- gestione delle pratiche agronomiche.

Le ricerche trovano inoltre completamento nelle collaborazioni in atto con l’Istituto Sperimenbtale per l’Enologia di Asti per le attività di carattere enologico e con altri Enti di ricerca specializzati in patologia, in fisiologia, in botanica e in genetica vegetale.
L’Istituto dispone pertanto di competenze tecniche e scientifiche particolarmente avanzate e che sono sviluppate presso le sezioni specialistiche di biologia – difesa e di ampelografia e miglioramento genetico, come di seguito specificato.

La S.O.C. di Biologia e Difesa svolge ricerche e sperimentazioni finalizzate alla messa apunto e al miglioramento dei sistemi di protezione della vite contro le principali e dannose malattie e parassiti, al fine di migliorare la qualità degli alimenti, di ridurre l’impatto ambientale e di salvaguardare l’ecosistema del vigneto. Dispone di personale di ruolo ed a contratto dotato di elevata specializzzazione per attività di ricerca su patogeni fungini, su virus e su fitoplasmi; risulta adeguatamente attrezzato per le ricerche del settore.
La S.O. di Ampelografia e Miglioramento Genetico fin dagli anni ’70 svolge ricerche inerenti principalmente i seguenti argomenti: identificazione e caratterizzazione varietale e clonale con metodologie ampelografiche, ampelometriche, isoenzimatiche e biochimiche e di ecologia viticola. Dispone di ricercaori di ruolo, a contratto e tecnici di elevata professionalità; è attrezzata di laboratori per analisi ampelometriche e biomolecolari che hanno consentito di mettere a punto metodolgie innovative nel settore dell’ampelografia.
La S.O. periferica di Turi (BA) si qualifica per le attività inerenti la produzione di uve da tavola e finalizzate ad assicurare la qualità e la salubrità dei prodotti, nel migliore rispetto e tutela dell’ambiente.

Regioni: