acido fosfonico

“Assessing the Origin of Phosphonic Acid Residues in Organic Vegetable and Fruit Crops: The Biofosf Project Multi-Actor Approach"

E’ stato pubblicato sulla rivista Agronomy il lavoro: Assessing the Origin of Phosphonic Acid Residues in Organic Vegetable and Fruit Crops: The Biofosf Project Multi-Actor Approach di Trinchera A., Parisi B., Baratella V., Roccuzzo G., Soave I., Bazzocchi C., Fichera D., Finotti M., Riva F., Mocciaro G., Brigliadori M., Lazzeri L.

Italiano

Il progetto BIOFOSF-WINE al BIOFACH 2020

Poiché la qualità e la sicurezza sono da considerare requisiti intrinsechi dei prodotti biologici, va da sé che i consumatori esigano l’assenza di residui di fitofarmaci. Per questo, sta crescendo sempre di più l’attenzione sul tema dei fosfiti (sali dell’acido fosforoso), talvolta inaspettatamente presenti nel vino e nell’ortofrutta bio, essendo ammessi solo in agricoltura convenzionale. Su tale tematica, il CREA ha organizzato il Workshop internazionale intitolato “Why phosphonic acid residues in organic wine?

Italiano

“Strumenti per la risoluzione dell’emergenza “fosfiti” in uve e vini biologici” “BIOFOSF-WINE”

Obiettivi generali:

a) Obiettivo “normativo” - Il progetto mira a fornire all’ufficio PQAI 1 - Agricoltura Biologica e Sistemi di qualità alimentare nazionale e affari generali - del Mipaaf, le conoscenze e gli strumenti tecnico-scientifici utili a formulare un documento ufficiale (position paper) da parte italiana che chiarisca definitivamente le cause della rilevazione di acido fosforoso in vini biologici.

Abbonamento a acido fosfonico