biodistretti

Biodistretto BioVenezia: i soci raccontano

Si svolgono il 18 e 19 giugno alle 20,30 due incontri online con i soci del biodistretto BioVenezia, durante il quale gli stessi racconteranno le proprie esperienze, dalla conduzione della filiera ai risultati ottenuti.

Italiano

Biodistretti: un nuovo progetto per la Vallesina nelle Marche

Nascerà presto nelle Marche, in Vallesina, un nuovo biodistretto targato AIAB, che andrà ad ampliare quella rete di territori che in tutta Italia hanno scelto, per il loro sviluppo, la vocazione del bio e della sostenibilità. Molti gli obiettivi, tra i quali, naturalmente, quello di favorire lo sviluppo delle produzioni bio del territorio e delle relative filiere collegate.

Italiano

Jesi, un biodistretto per valorizzare i prodotti della Vallesina, di Matteo Tarabelli

In un articolo del magazine online “CentroPagina”, l’autore informa  della nascita di un nuovo biodistretto nelle Marche, localizzato in Vallesina, il cui centro principale è la industriosa città di Jesi.  Un biodistretto che ha lo scopo di mettere in rete , oltre alle risorse produttive della zona, anche le sue risorse naturali e culturali, per una loro valorizzazione attraverso politiche locali orientate alla salvaguardia dell’ambiente, delle tradizioni e dei prodotti locali. Se ne fa promotore il Comune di Jesi assieme all’AIAB Marche.

Italiano

Il nuovo Biodistretto Valdera, un'opportunità per 200 aziende

Appena prima delle misure di contenimento dovute alla crisi del COVID 19, a Chianni, provincia di Pisa, è stato dato il via con un incontro al nuovo Biodistretto Valdera, che va ad aggiungersi alle molteplici, simili realtà italiane nate in questi ultimi anni sotto la spinta di associazioni e agricoltori biologici, operatori del territorio e amministrazioni locali, tutti sostenitori del biologico e dei suoi benefici.

Italiano

Ancora nel Lazio un nuovo biodistretto: quello delle Colline e dei Castelli Romani

In un incontro presso l’orto botanico di Roma Tor Vergata i rappresentanti delle amministrazioni locali, dei produttori, dei consumatori e delle maggiori associazioni nazionali hanno avviato il percorso per costituire il comitato promotore del nuovo biodistretto delle Colline e dei Castelli Romani.

Italiano

Nel Lazio il nuovo Biodistretto “Maremma Etrusca e Monti della Tolfa”

Si è costituito il Comitato promotore che a breve presenterà alla Regione Lazio la candidatura a Biodistretto dei territori di Allumiere, Monte Romano, Tarquinia e Tolfa.

Italiano

Regione Lazio: completata ricognizione distretti rurali, agroalimentari e biologici della Regione

L’Assessorato Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali della Regione Lazio comunica che la Regione ha completato il lavoro di ricognizione dei distretti rurali, agroalimentari e biologici, già riconosciuti dalle procedure di concertazione regionale con il territorio, e ne darà comunicazione ufficiale al Mipaaf, presso il quale è costituito il Registro nazionale dei distretti del cibo che raccoglie tutte le realtà riconosciute a livello regionale.

Italiano

Distretti del cibo: al via il primo bando nazionale. Inclusi anche i Biodistretti

E' partito il primo bando nazionale per il finanziamento dei Distretti del cibo, strumento per garantire ulteriori risorse e opportunità per la crescita e il rilancio a livello nazionale di filiere e territori. Al via anche il bando per il finanziamento di contratti di distretto nell'area colpita da Xylella, secondo quanto previsto dalle leggi di bilancio 2018 e 2019.

Italiano

Biodistretti: sostenibilità e sviluppo, l'esperienza decennale del Biodistretto della Via Amerina e delle Forre

Riconosciuto dalla Legge Regionale n.11/2019 della Regione Lazio, il Biodistretto della via Amerina e delle Forre ha già dieci anni di vita.  Ne fanno parte tredici Comuni, dieci della Tuscia e tre dei monti Cimini, un territorio dove vivono più di 80 mila abitanti, ricco di opportunità e anche di problemi. Rappresenta un esempio delle prospettive e delle difficoltà affrontate dalle comunità che intraprendono questo percorso. Famiano Crucianelli, presidente del Biodistretto, lo presenta su ‘Pianeta PSR’.

Italiano

Biodistretto: parte in Trentino la raccolta firme, di Maria Pia D’Orazi

Trasformare l’intera provincia del Trentino in un distretto biologico. Questo l’obiettivo della raccolta firme appena avviata: per indire un referendum propositivo al riguardo servono – entro la fine del prossimo marzo – le adesioni di 8.000 cittadini residenti in Trentino da almeno un anno.

Italiano

Pagine

Abbonamento a biodistretti