Dogane

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE - Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità

Le importazioni di prodotti biologici da Paesi terzi sono, negli ultimi anni,  costantemente aumentate. Nel 2012 è entrato in vigore il nuovo sistema di importazione dai Paesi Terzi, basato sugli organismi di controllo riconosciuti in equivalenza, che ha ampliato la possibilità di importare in equivalenza da 132 Paesi (oltre agli 11 Paesi già riconosciuti ).
Forte è la preoccupazione degli Stati Membri, per tutelare il mercato interno, consumatori e produttori, sulla conformità dei prodotti importati, che possono recare, al pari dei prodotti europei, il logo bio EU.

Non definito

Disponibili le presentazioni del Convegno "Importazioni dei prodotti biologici da Paesi terzi nella UE".

Si è svolto il 17 giugno il workshop internazionale sulle 'Importazioni dei prodotti biologici da Paesi terzi nella UE'. L'evento ha visto la partecipazione di numerosi ospiti provenienti da tutta Italia e da diverse istituzioni, dalle Dogane alle Regioni, dalla Guardia di Finanza al Corpo Forestale, dagli Organismi di Controllo, agli importatori ed associazioni di settore.

Italiano

Importazione di prodotti biologici: introduzione di un codice doganale addizionale.

Pubblichiamo la Nota n. 18741 del 13 giugno 2013 che fornisce indicazioni in riferimento alle operazioni di importazione relative ad alcuni prodotti biologici.
Nello specifico, si definiscono i prodotti ai quali dovrà essere applicato uno specifico codice doganale al fine di rendere inequivocabile la natura biologica degli stessi.

Nota n. 18741 del 13 giugno 2013 con Comunicazione dell’Ufficio delle Dogane

Fonte: Mipaaf

Non definito
Abbonamento a Dogane