export

Evento ITA.BIO il 9 dicembre: “Internazionalizzazione del bio made in Italy: focus Stati Uniti”

Mercoledì 9 dicembre, dalle ore 15.00, ITA.BIO, la prima piattaforma del bio italiano nel mondo, assieme all’ICE, Italian Trade Agency, FederBio e Nomisma terrà un webinar informativo rivolto alle aziende italiane che sono interessate al mercato degli Stati Uniti: “Internazionalizzazione del bio made in Italy:  focus Stati Uniti”.

Il programma prevede, dopo la presentazione da parte dell’ICE e di FederBio della piattaforma ITA.BIO, i seguenti interventi:

Italiano

CERTIFICAZIONI DEL BIOLOGICO PER L'EXPORT IN USA, CINA GIAPPONE E TAIWAN

Con una domanda interna che, seppur lentamente, cresce; con un valore aggiunto che garantisce una marginalità più elevata di circa il 60% all’agricoltore (fonte: Ismea); una maggiore attenzione alla sostenibilità – requisito che il modello “organic” assolve – il mercato del biologico in Italia è chiamato a uno scatto in chiave di internazionalizzazione.

Italiano

“Improving Transparency Along the Supply Chain and the Relevance of Organic Farming Statistics”

It is an event that will precede the Organic World Congress 2020 in Paris, and will take place on 22 September.

Main Topics of the seminar:

Inglese

Convegno “LE ECCELLENZE AGROALIMENTARI ITALIANE SUI MERCATI INTERNAZIONALI: REQUISITI E PROSPETTIVE”

La crescita dell'export agroalimentare italiano prosegue grazie soprattutto alle ottime prestazioni di alcuni dei prodotti rappresentativi del "Made in Italy".

Italiano

USDA: Good Prospects for US Organic Exports in the EU

La crescente domanda di alimenti biologici nell'UE offre l'opportunità agli USA di esportare una notevole quantità di prodotti nella UE, a partire da principalmente frutti di bosco e asparagi, ma anche patate dolci e frutta in guscio come nocciole, mandorle, noci e pistacchi, seguiti da pere, mele, pompelmi, ciliegie e carote. Ad oggi il Regno Unito è il maggiore acquirente di prodotti biologici americani, anche se è difficile prevedere se questo primato resterà dopo la Brexit.

USDA: good prospects for US organic exports in the EU

The USDA has published a report on the prospects for US organic exports in the EU. There is a growing demand for organic food in the EU, and this offers the opportunity for the US to export a significant amount of products to the EU, from berries to asparagus, but also sweet potatoes and nuts such as hazelnuts, almonds, walnuts and pistachios, followed by pears, apples, grapefruits, cherries and carrots. To date, the United Kingdom is the largest buyer of American organic products, although it is difficult to predict whether this record will remain after the Brexit. 

Inglese

UK: Brexit senza accordi, batosta per gli agricoltori biologici britannici

Al momento, gli agricoltori biologici del Regno Unito possono esportare i loro prodotti nell'Unione europea purché rispettino determinati standard. Ma se il Regno Unito lascia l'UE senza un accordo (la data del 31 ottobre è slittata al 31 gennaio, NdR), o prodotti biologici certificati UE  potranno ancora essere importati dal continente in Gran Bretagna fino al 2021.

Italiano

Global organic production: Italy among top leaders

We are the largest organic citrus fruit producers in the world (27% of the entire Italian citrus fruit area is organic), the first European country for olive trees (over 20% of the national area with olive groves is organic), for fruit (almost 25,000 hectares, over 11% of the total area) and for vegetables (55,000 hectares, almost 11% of the national area planted to grow vegetables).

Inglese

IFOAM EU meets business - Bringing the organic food industry together

"IFOAM EU event is organised (Bussels, 30 October) to give  IFOAM EU, its Interest Group of Organic Processors and Traders (IGOP) and food companies the opportunity to discuss relevant topics in the organic sector, to share information and exchange on best practices, to understand each other’s perspectives and most importantly to debate and shape the direction to take in the next working period. 

Inglese

Pagine

Abbonamento a export