Confronto fra le caratteristiche qualitative e nutraceutiche delle fragole ottenute da coltivazioni biologiche e convenzionali in Romagna

Coordinatore: 
Ente finanziatore: 
MiPAAF
Data inizio: 
01/01/2002
Data fine: 
31/12/2007

Effetto della tecnica di coltivazione (convenzionale e biologico) sulle principali caratteristiche qualitative e nutrizionali dei frutti di fragola.

E’ stato completato un triennio di studi condotti nel cesenate. Su campioni di frutti di 3 varietà di fragola (Queen Elisa, Alba, Onda), raccolti da piante coltivate in biologico e convenzionale, sono stati valutati i principali parametri qualitativi (residuo secco rifrattometrico, acidità titolabile, consistenza della polpa, resistenza della superficie, colore dello superficie, contenuto in zuccheri e principali acidi organici, vitamina C, acido ellagico, potere antiossidonte totale). I risultati dello studio triennale hanno evidenziato che le fragole “bio” presentano un maggior contenuto in composti nutraceutici . Le piante ”bio” sono state sottoposte ad un maggior stress rispetto all’integrato, come evidenziato dalla significativa riduzione della pezzatura del frutto (-22%) e di conseguenza dal calo produttivo (-30%). Ciò ha determinato la produzione di frutti più ricchi di zuccheri e acidi e di colorazione più scura e meno brillante.

Magnani S., Baruzzi G., D'Antuono L.F., Elementi S., Faedi W., 2007 - Composti nutraceutici e funzionali: le sostanze presenti nei frutti. Frutticoltura, 4: 50-56
Magnani S., Baruzzi G., Bonoli M., D'Antuono L.F., Elementi S ., Maltoni M.L., Ranieri M., Faedi W., 2008 - The Effect of Integrated PestManagement and Organic Cropping Systems on Strawberry-Fruit Health Components and Quality. Acta Horticulturae,  VI International Strawberry Symposium. Huelva, 2-7 March. In stampa



Effetto della tecnica di coltivazione
(convenzionale e biologico) sulle principali caratteristiche qualitative e
nutrizionali dei frutti di fragola.


E’ stato completato un
triennio di studi condotti nel cesenate. Su campioni di frutti di 3 varietà di
fragola (Queen Elisa, Alba, Onda), raccolti da piante coltivate in biologico e
convenzionale, sono stati valutati i principali parametri qualitativi (residuo
secco rifrattometrico, acidità titolabile, consistenza della polpa, resistenza
della superficie, colore dello superficie, contenuto in zuccheri e principali
acidi organici, vitamina C, acido ellagico, potere antiossidonte totale). I
risultati dello studio triennale hanno evidenziato che le fragole “bio”
presentano un maggior contenuto in composti nutraceutici . Le piante ”bio” sono
state sottoposte ad un maggior stress rispetto all’integrato, come evidenziato
dalla significativa riduzione della pezzatura del frutto (-22%) e di
conseguenza dal calo produttivo (-30%). Ciò ha determinato la produzione di
frutti più ricchi di zuccheri e acidi e di colorazione più scura e meno
brillante.

Pubblicazioni: 


Magnani S., Baruzzi G., D'Antuono L.F., Elementi S., Faedi W., 2007 - Composti nutraceutici e funzionali: le sostanze presenti nei frutti. Frutticoltura, 4: 50-56

 

Magnani S., Baruzzi G., Bonoli M., D'Antuono L.F., Elementi S ., Maltoni M.L., Ranieri M., Faedi W., 2008 - The Effect of Integrated Pest Management and Organic Cropping Systems on Strawberry-Fruit Health Components and Quality. Acta Horticulturae,  VI International Strawberry Symposium. Huelva, 2-7 March. In stampa

Tecniche:

Recensioni: 
Info varie: 

<br />