EU-Leonardo da Vinci: “Progetto Rudolph :un modello di formazione integrata per l’agricoltura biologica; piattaforma multimediale interattiva”.

Coordinatore: 
Partecipanti al progetto: 
Ente finanziatore: 
UE - Leonardo da Vinci

Il progetto Rudolf intende attivare un modello di formazione di terzagenerazione* che formi un gruppo di trainers provenienti da tutti ipaesi del parternariato e che andranno ad operare in distrettipermanenti di formazione nei loro paesi di origine. Questo a sua voltagenererà una evoluzione territoriale del sistema fino ad avere unaricaduta nazionale ed europea della formazione, a tutti i livelli, nelsettore dell’agricoltura.
Attualmente sta per concludersi il II anno della ricerca. Si è definitoil modello e se ne sono descritte le fasi di realizzazione. Si sonodefiniti i contenuti e le metodologie di apprendimento di tipopartecipativo. Il modello si basa sulla costituzione di “distrettilocali” per la formazione di tecnici che saranno a loro volta formatoria livello di singoli partner. Essi saranno in collegamento tra loro econ il Centro di riferimento ( IAMB) tramite piattaforma multimedialeinterattiva. Al momento attuale si è già effettuato il Corso 0 perl’apprendimento della tecniche di utilizzazione della piattaforma e sieffettuerà in settembre il corso che costituirà un esempio ed un provadi quanto sarebbe possibile fare per la formazione a distanza nelsettore della agricoltura biologica.

Il progetto Rudolf intende attivare un modello di formazione di terzagenerazione* che formi un gruppo di trainers provenienti da tutti ipaesi del parternariato e che andranno ad operare in distrettipermanenti di formazione nei loro paesi di origine. Questo a sua voltagenererà una evoluzione territoriale del sistema fino ad avere unaricaduta nazionale ed europea della formazione, a tutti i livelli, nelsettore dell’agricoltura.

Attualmente sta per concludersi il II anno della ricerca. Si è definitoil modello e se ne sono descritte le fasi di realizzazione. Si sonodefiniti i contenuti e le metodologie di apprendimento di tipopartecipativo. Il modello si basa sulla costituzione di “distrettilocali” per la formazione di tecnici che saranno a loro volta formatoria livello di singoli partner. Essi saranno in collegamento tra loro econ il Centro di riferimento ( IAMB) tramite piattaforma multimedialeinterattiva. Al momento attuale si è già effettuato il Corso 0 perl’apprendimento della tecniche di utilizzazione della piattaforma e sieffettuerà in settembre il corso che costituirà un esempio ed un provadi quanto sarebbe possibile fare per la formazione a distanza nelsettore della agricoltura biologica.

Pubblicazioni: 

Tecniche:

Recensioni: 
Info varie: 

<br />