Linee innovative di tecnica e difesa a basso impatto ambientale dei fragoleti meridionali

Coordinatore: 
Partecipanti al progetto: 
Ente finanziatore: 
Data inizio: 
01/01/1999
Data fine: 
31/12/2001


La ricerca, iniziata nel 1999 e conclusa nel 2001, aveva come obiettivo la valutazione di linee innovative di tecnica colturale e difesa a basso impatto ambientale per i fragoleti meridionali.

Le ricerche condotte in fragoleti biologici, nell’ambito del Progetto POM B30, hanno consentito di mettere a punto la tecnica dei sovesci di piante biocide (Brassica juncea) in combinazione con la solarizzazione del terreno appena sovesciato effettuata con film plastici innovativi. I risultati ottenuti hanno evidenziato una buona efficacia della tecnica nei confronti di funghi patogeni del terreno ed erbe infestanti. Di particolare interesse è stata la combinazione del sovescio di piante biocide con la solarizzazione eseguita applicando film plastici innovativi che, oltre a consentire un pur elevato effetto ''biofumigante'' dei glucosinolati rilasciati dalla pianta biocide, ha decisamente innalzato la temperatura del terreno migliorando l’effetto complessivo. Anche le tecniche di difesa biologica coi tripidi (con Orius levigatorus) e lepidotteri (con trappole per la cattura massale) hanno dimostrato di essere valide e sostenibili nei fragoleti biologici.


- Tommasini PA. G.,
Funaro PA., Montemurro 5., Falco V., Palermo M.L., 2001 - La difesa
biologico-integrata della fragola nel sud Italia. Frutticoltura, 1:43-47

- Arcuti P., Di Stefano
A., Lazzeri L., Manici L.M., Rosati C., 2001 - Solarizzazione e sovesci su
fragola alternativi al bromuro di metile. L’Informatore Agrario,37:51-54

- Prinzivalli C., D’Anna
F., Rosati C., 2001 - Solarizzazione con film plastici per la fragola in
alternativa al bromuro di metile. L’Informatore Agrario,37:55-57

- Mormile P., Petti L.,
Immirzi 8., 2001 - Effetto di nuovi film solarizzanti sul riscaldamento del
terreno. L’Informatore Agrario,37:58-59


La ricerca, iniziata nel 1999 e conclusa nel 2001, aveva come obiettivo la valutazione di linee innovative di tecnica colturale e difesa a basso impatto ambientale per i fragoleti meridionali.

 


Le ricerche condotte in fragoleti biologici, nell’ambito del Progetto POM B30, hanno consentito di mettere a punto la tecnica dei sovesci di piante biocide (Brassica juncea) in combinazione con la solarizzazione del terreno appena sovesciato effettuata con film plastici innovativi. I risultati ottenuti hanno evidenziato una buona efficacia della tecnica nei confronti di funghi patogeni del terreno ed erbe infestanti. Di particolare interesse è stata la combinazione del sovescio di piante biocide con la solarizzazione eseguita applicando film plastici innovativi che, oltre a consentire un pur elevato effetto ''biofumigante'' dei glucosinolati rilasciati dalla pianta biocide, ha decisamente innalzato la temperatura del terreno migliorando l’effetto complessivo. Anche le tecniche di difesa biologica coi tripidi (con Orius levigatorus) e lepidotteri (con trappole per la cattura massale) hanno dimostrato di essere valide e sostenibili nei fragoleti biologici.

 

Pubblicazioni: 


- Tommasini PA. G.,
Funaro PA., Montemurro 5., Falco V., Palermo M.L., 2001 - La difesa
biologico-integrata della fragola nel sud Italia. Frutticoltura, 1:43-47

- Arcuti P., Di Stefano
A., Lazzeri L., Manici L.M., Rosati C., 2001 - Solarizzazione e sovesci su
fragola alternativi al bromuro di metile. L’Informatore Agrario,37:51-54

- Prinzivalli C., D’Anna
F., Rosati C., 2001 - Solarizzazione con film plastici per la fragola in
alternativa al bromuro di metile. L’Informatore Agrario,37:55-57

- Mormile P., Petti L.,
Immirzi 8., 2001 - Effetto di nuovi film solarizzanti sul riscaldamento del
terreno. L’Informatore Agrario,37:58-59

Tecniche:

Recensioni: 
Info varie: 

<br />