Sviluppo e trasferimento a sostegno della risicoltura biologica” “RISO-BIOSYSTEMS

Coordinatore: 
Ente finanziatore: 
Mipaaf PQAI 1 - Ufficio Agricoltura Biologica
Data inizio: 
06/03/2017
Data fine: 
26/01/2020

Obiettivi generali

a) Individuazione dei sistemi colturali e delle tecniche di coltivazione biologiche adottate nei diversi areali; b) Valutazione di diversi modelli di gestione dell’avvicendamento; c) Individuazione e valutazione sperimentale dei materiali genetici da impiegare in AB; d) Valutazione sperimentale di tecniche innovative in AB; e) Valutazioni economiche dei sistemi colturali in AB; f) Analisi delle criticità del sistema di certificazione in AB e individuazione di criteri e modalità operative per controlli e azioni di vigilanza efficaci e omogenei; g) Analisi del quadro territoriale relativo ai livelli di contaminazione antropica e ambientale nelle aree a risicoltura intensiva; h) Individuazione e definizione degli strumenti per la riduzione del rischio di contaminazione delle superfici destinate ad AB e delle possibili interazioni con le misure di sviluppo rurale: i) Creazione di reti di collaborazione, gruppi di lavoro, partenariati per la capacity building tra istituzioni, enti di ricerca e operatori del settore; l) Realizzazione di raccordi e integrazioni funzionali fra i risultati dei gruppi di lavoro in vista di misure e iniziative mirate di sviluppo rurale; m) Animazione dei soggetti all’interno e all’esterno del progetto; n) Attività di comunicazione e divulgazione; o) Produzione di indicazioni di policy.

Breve descrizione del progetto

Il progetto intende svolgere studi e approfondimenti scientifici a sostegno e tutela dei sistemi di produzione di riso biologico nazionale, sviluppando le attività in 5 Linee di Ricerca: 1) Ricerca e sperimentazione di tecniche innovative per la gestione dei sistemi risicoli biologici, 2) Analisi del sistema di controlli e di vigilanza per la certificazione biologica, 3) Analisi e valutazione dei dati analitici ambientali di contaminazione da fitofarmaci nelle aree a risicoltura intensiva, 4) Coordinamento di reti a sostegno di iniziative di ricerca-azione successive al progetto, 5) Coinvolgimento, animazione e partecipazione multi-stakeholder, 6) supporto tecnico alle politiche di sviluppo e produzione legislativa PQAI 1 - Ufficio agricoltura biologica.

Risultati attesi (descrizione, divulgabilità, applicazioni)

1) analisi approfondite e integrate sui sistemi di produzione, dei sistemi di controllo e vigilanza, dei dati analitici e ambientali sulle contaminazioni e sulle interazioni del comparto con politiche agricole e misure di sviluppo rurale; 2) nuovi approcci agronomici e varietali (genetici) per una gestione più sostenibile dal punto di vista ambientale ed economico della risicoltura biologica; 3) linee guida e indicazioni su processi di controllo, indicatori e misure di riduzione della contaminazione agro-ambientale; 4) creazione di gruppi di lavoro funzionali alla costituzione di partenariati e all’individuazione di misure operative a sostegno della risicoltura biologica.

Trasferibilità e potenziali fruitori dei risultati

La trasferibilità della innovazione prodotta sarà garantita dal coinvolgimento diretto degli attori del settore (Regioni, Associazioni di categoria, OdC, ISPRA, ditte sementiere, ecc) e dall’aver destinato un WP specifico alle attività di animazione e partecipazione multi-stakeholder.