Data inizio
24 Feb 2022
News

 

A decorrere dal 1° ottobre u.s., i servizi in rete delle Pubbliche amministrazioni sono accessibili esclusivamente tramite il sistema pubblico di identità digitale (Spid), la carta d’identità elettronica (Cie) o la carta nazionale dei servizi (Cns).

Tali disposizioni  hanno causato alcuni disagi agli importatori biologici in relazione all’adempimento degli obblighi di cui all’art. 7 del D.M. 221907/2021 (trasmissione delle comunicazioni di importazione all’interno del portale SIAN-SIB “Gestione comunicazioni d’importazione”).

L’ Ufficio PQAI1, in deroga agli obblighi di cui sopra, e nelle more dell’adeguamento alle nuove modalità di accesso ai servizi del SIAN, ha autorizzato gli importatori biologici a trasmettere all’indirizzo mail [email protected] le comunicazioni di arrivo merce mediante l’allegato 1 dell’abrogato D.M. 18378/2012.

Per quanto sopra, si chiede alle spettabili Autorità ed Organismi di controllo in indirizzo di non applicare, nel caso di specie, la non conformità H1.06 prevista dal D.M. 15962/2013 e di non tenere conto delle indicazioni della circolare attuativa 26305 del 10 aprile 2018.
Tanto si comunica per i successivi adempimenti.

Resta inteso che le disposizioni del richiamato D.M.  221907/2021 saranno valide sino al 1° gennaio 2022, data di entrata in vigore del nuovo regolamento (UE) n. 2018/848, relativo alla produzione ed etichettatura dei prodotti biologici.

Rimane in capo agli importatori l’obbligo di inserire nel SIB, anche successivamente la data di arrivo delle partite da importare e quando si saranno adeguati con le regole di autenticazione e comunque non oltre il
31 dicembre 2021, tutte le informazioni di cui al richiamato art. 7 del D.M. 22190/2021.
 

La sopracitata deroga può essere utilizzata esclusivamente per le partite di prodotto accompagnate da un Certificato di Ispezione (COI) emesso prima del 1° gennaio 2022, si comunica il mantenimento di questa possibilità di trasmissione dei dati. Rimangono salvi tutti gli obblighi richiamati nel sopracitato art. 6 del DM 52932/2022.

Si rappresenta inoltre che, atteso il permanere dei problemi di accesso al SIB tramite lo SPID, è possibile effettuare via e-mail la comunicazione inerente il resoconto delle partite biologiche importate nell’anno 2021, inviando il riepilogo delle importazioni effettuate nell’anno 2021, attraverso la trasmissione dei dati di cui al file allegato, ai seguenti indirizzi email:

[email protected]  

[email protected]

Si allega il file excell da compilare per l’invio. Il presente file non deve essere trasformato in pdf

File xls per validazione riepilogo importazioni

 

Fonte: Mipaaf

Parole chiave