Coordinatore
Istituto di ricerca
Ente finanziatore
MiPAAF PQAI I - Ufficio Agricoltura Biologica
Data inizio
29/01/2020
Data fine
29/01/2023

Obiettivi generali

a) Identificare le migliori varietà di canapa e di leguminose per formulare mangimi per avicoli

b) identificare le pratiche agroecologiche per aumentare la resilienza delle aziende agricole

c) Formulare razioni innovative bilanciate in termini proteici ed energetici

d) Migliorare le performance di allevamento

e) valutare la disponibilità a pagare da parte dei consumatori per i prodotti avicoli innovativi;

f) valutare strategie di comunicazione dell’innovazione con  tecniche di neuromarketing.

g) valutare le 4 dimensioni della sostenibilità (economica, sociale, ambientale e di governance)

Breve descrizione

Formulare razioni innovative per avicoli con leguminose da granella e canapa per aumentare la resilienza delle aziende agricole, migliorare le performance degli allevamenti e  produrre uova a maggiore valore aggiunto riconoscibili dai consumatori in filiere sostenibili sia corte che lunghe.

Risultati attesi (descrizione, divulgabilità, applicazioni)

Varietà di favino, pisello proteico, lupino e canapa più idonee nei diversi comprensori

Sistemi colturali a basso impatto per il controllo delle infestanti (es. leguminose da granella, canapa rinettante)

Parametri di qualità minimi e sviluppo di prototipi di mangimi innovativi per la produzione di uova ricche di acidi grassi omega 3 e a basso contenuto di colesterolo

Strumenti di qualificazione e promozione dei prodotti avicoli nei mercati nazionali.

Punti critici e miglioramento della sostenibilità economica ed ambientale della filiera avicola

Promozione delle innovazioni presso operatori agricoli, organizzazioni professionali, consumatori, studenti e cittadini.

Trasferibilità e potenziali fruitori dei risultati

Il gruppo di aziende pilota (la cui attività potrà proseguire anche dopo il termine del progetto) assicurerà una comunicazione diretta (da allevatore ad allevatore) ed efficiente (le attività sperimentali si svolgeranno direttamente presso le aziende, quindi non ci saranno tempi ulteriori di divulgazione). Inoltre,  si utilizzeranno i seguenti mezzi di trasferimento dei risultati:

•              sito internet  dedicato e linkato con tutti i siti dei partner;

•              3 articoli divulgativi;

•              1 opuscolo tecnico/divulgativo.

•              3 convegni rivolti ai produttori e tecnici,