Producing seeds in organic agriculture: Coriander

This technical sheet explains the key points to successfully produce coriander seeds in organic agriculture. When coriander is properly planted and cared for, it is a relatively hardy seed-bearing crop, developing rapidly while showing little susceptibility to various pests.

This technical sheet, in French,  deals with the production of coriander seeds in organic agriculture. It encompasses:

Consorzio Marche Biologiche e Università Politecnica delle Marche: Progetto Info sui seminativi – Sessioni operative il 30 maggio

Si svolge il 30 maggio presso l’Orto Botanico dell’Università Politecnica della Marche (Contrada Selva, 60020 Gallignano di Ancona), a partire dalle 16.00 , un incontro con esposizione di tecniche, macchine e attrezzature per le lavorazioni conservative dei seminativi.

Programma

Ore 16.00 - Ritrovo Presso l’Azienda Agricola dell’Università Politecnica delle Marche e registrazione dei presenti

GOOD: “living labs” di AIAB nel Biodistretto Grecanico ed in Sicilia

Ad un anno dell’avvio delle attività di GOOD, progetto finanziato dal programma Horizon dell’Ue, per lo sviluppo di pratiche agro-ecologiche di gestione delle infestanti (Agroecological Weed Management, AWM), AIAB ripropone una breve sintesi del progetto e il riepilogo delle attività più rilevanti.
Il progetto, della durata di 4 anni, vede impegnati 20 partner di 11 stati europei e 6 regioni pedo-climatiche.

Progetto GOOD: primo meeting annuale

A un anno dall’inizio delle attività del progetto GOOD (“Agroecological approaches for sustainable weed management”), l’università di Coimbra capofila del partenariato sta organizzando il 1° meeting annuale del partenariato progettuale.
L’evento si terrà a Pisa, in Italia, il 28 e 29 maggio 2024 e sarà organizzato in modalità ibrida: si potrà partecipare in presenza o connettersi online.

Evento “Gestione sostenibile del suolo” - 9 maggio 2024 a Roma

Si svolge presso la Cooperativa CO.R.AG.GIO, Borghetto San Carlo (via Cassia 1420, Roma) dalle ore 10.00 alle 16.00 una nuova occasione di confronto tra produttori biologici, ricercatori e istituzioni del territorio sui percorsi di gestione sostenibile del suolo, allo scopo di favorire la resilienza e l’adattamento alla crisi ambientale in atto, attraverso la riduzione della emissione di gas climalteranti e l’aumento del sequestro di carbonio da parte dei terreni agricoli (carbon farming).