Convegno biodinamico: una borsa di ricerca intitolata a Giulia Maria Crespi, di Alessandro Maresca

28/10/2020
Rassegna stampa

Il 12 novembre si terrà a Firenze il 36° Convegno Internazionale dell’Associazione biodinamica (in collaborazione con Apab, Istituto di Formazione e Demeter Italia) dal titolo: “Un’agricoltura di salute – Ricerca, innovazione e formazione per il futuro della terra”. Per i problemi legati al Covid, l’incontro si potrà seguire solo in streaming..

Scopo del convegno è porre l'attenzione sul valore del lavoro degli agricoltori biodinamici per la salute umana e dell'ambiente e supportare gli agricoltori nel miglioramento delle loro tecniche operative per attuare gli obiettivi del Green Deal europeo.

Un momento particolarmente importante nell’ambito dell’incontro che si svolge a Palazzo Vecchio è rappresentato dalla cerimonia di istituzione della Borsa di Ricerca in agricoltura biologica e biodinamica intitolata a “Giulia Maria Crespi” Quando, nel maggio del 2016, fu assegnato alla Crespi dalla Commissione Europea e da Europa Nostra il Premio Europeo del Patrimonio 2016 - Grand Prix -  per tutte le attività svolte nella sua vita a favore del patrimonio culturale, dell’ambiente, dell’agricoltura sostenibile e del paesaggio, Giulia Crespi decise di devolvere la donazione all’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica con lo scopo di istituire una struttura per la ricerca e la formazione delle nuove generazioni in agricoltura e per la salvaguardia delle aziende agricole storiche. Fu quindi creato AgriFound, un ente che custodisce tuttora quel premio in danaro e che ha vinto nel 2019 il bando del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con il suo progetto  di ricerca in agricoltura biologica “Modelli di produzione circolari per produzioni tipiche”, che vede come partner Università di Salerno (Unisa-Difarma), Università di Napoli (Unina- Cermanu) e Università della Basilicata (Unibas-Safe).

L’articolo completo si può scaricare QUI

Fonte: TerraèVita