IFOAM Organics International lancia la directory globale per i certificatori biologici (EN)

22/12/2020
News

Un articolo scritto da Sara Anselmi su Organic-market.info informa sul nuovo database internazionale “Ifoam Organics Organic Certifiers ' Directory”. L'elenco dei certificatori biologici è un database globale per organismi di certificazione di terza parte. Visualizza informazioni dettagliate su questi organismi, sui paesi in cui forniscono attività di certificazione o ispezione, su quali approvazioni di mercato hanno e quali private label, se presenti,  usano.

La nuova directory mostra anche gli standard utilizzati dagli organismi di certificazione e se offrono servizi aggiuntivi come l'approvazione dei mezzi tecnici per il biologico, la certificazione dell'acquacoltura o la certificazione a un programma accreditato IFOAM.

Focus sui certificatori di terza parte

Il focus di questa directory è solo sui certificatori di terza parte e include organismi di certificazione sia privati ​​che pubblici. Altri sistemi di certificazione, come i sistemi di garanzia partecipativa (PGS), non sono inclusi. I dati completi sulle iniziative dei PGS sono raccolti da IFOAM - Organics International e visualizzati sul suo sito web sotto forma di una Mappa Globale dei PGS.

Lo scopo dell' Organic Certifiers ' Directory è aiutare gli operatori, i governi, le organizzazioni non governative, le agenzie di cooperazione allo sviluppo, i coordinatori di progetti e altre parti interessate a identificare facilmente i certificatori che potrebbero offrire loro i servizi di certificazione biologica richiesti in un determinato paese.

"Questa directory globale e completa è un servizio unico fornito da IFOAM-Organics International, da quando Grolink ha smesso di produrre Directory per la certificazione biologica nel 2013", afferma Joelle Katto-Andrighetto, responsabile delle politiche e della garanzia presso IFOAM - Organics International.

Strumento per una maggiore trasparenza

La Directory, cioè l’elenco,  è un servizio gratuito che dà visibilità ai certificatori e mira ad aumentare la trasparenza nel settore. Originariamente veniva pubblicata ogni anno, dal 2003 al 2013, su The Organic Standard (TOS) con il nome di "The Organic Certification Directory". Nel 2013, il database TOS è stato trasferito  a IFOAM - Organics International, è stato attualmente aggiornato e ora ripubblicato (vi si può accedere a questo LINK). Sulla piattaforma sono già rappresentati più di 100 enti di certificazione.

Fonte: Organic-market.info

Controlli: