Ungheria: buona la crescita nel biologico (EN)

10/03/2021
News

Nell’ultimo rapporto redatto da FiBL e IFOAM "The World of Organic Agriculture – Statistics and emerging trends 2021” viene evidenziato come l'Ungheria si sia inserita nella lista dei dieci Paesi con il maggior incremento nel biologico. Sebbene nella superficie totale la quota di agricoltura biologica in Ungheria non sia particolarmente elevata (il 6%, mentre per la vicina Austria è del 26,1%), nel 2020 l'incremento nella superficie dedicata alla produzione biologica è stato elevato.

Secondo i dati del 2019, con un incremento di 93.800 ettari nella superficie destinata all'agricoltura biologica, l'Ungheria si posiziona al decimo posto tra i Paesi che hanno mostrato la crescita maggiore in terre coltivate biologicamente nel mondo. Negli ultimi anni, il numero di imprese che si occupano di agricoltura biologica è ugualmente aumentato e alla fine del 2019 il numero aveva raggiunto le 5.600 unità.

Con una superficie complessiva di 6.884 ettari, l'Ungheria è al dodicesimo posto tra i maggiori produttori di frutta biologica. La quota maggiore è rappresentata da sambuco (20%), noci (oltre il 40%), susine (15-20%), come anche bacche di olivello spinoso, ciliegie e amarene.

Altre informazioni sono disponibili al sito Ministerie van Landbouw, Natuur en Voedselkwaliteit

Fonte: Freshplaza